Riuscitissima riunione tra esperti del settore e imprenditori nell’ambito dell’iniziativa “Incontri allo Studio Perlini”, oramai giunta alla quarta edizione.

L’argomento di discussione questa volta atteneva alle modifiche immediatamente efficaci del Codice della Crisi di impresa e dell’insolvenza per le società di capitali e in particolare per le società a responsabilità limitata.

Come si era già anticipato nella locandina di invito al workshop, il Codice della Crisi di impresa e dell’insolvenza contiene una serie di norme che modificando il codice civile rendono immediatamente precettive per le imprese una serie di attività ed adeguamenti statutari (da effettuarsi entro il 16 dicembre 2019) tali da modificare sensibilmente la struttura organizzativa delle società ed in particolare della s.r.l.

Difatti i nuovi limiti dell’articolo 2477 c.c. sull’obbligatorietà del collegio sindacale ovvero del revisore unico, impongono alle società di strutturarsi sotto il profilo del controllo contabile e dell’adeguatezza della organizzazione interna in modo funzionale a rivelare i sintomi della crisi prima che la stessa possa danneggiare definitivamente la realtà aziendale e, ovviamente la massa dei creditori.

L’incontro, dopo una descrizione della nuova normativa e delle prime interpretazioni dottrinarie effettuata dall’Avvocato Gaetano Cappucci, dall’Avvocato Matteo Perlini e dalla Dottoressa Emanuela Capoccetta, è proseguito con un confronto diretto con i numerosi imprenditori presenti che hanno posto diverse domande alle quali dal punto di vista tecnico, contabile ed amministrativo ha risposto il dott. Luigi Capoccetta, il quale ha anche illustrato i primi strumenti tecnici a disposizione dell’imprenditore per la pronta e facile rilevazione dello stato di crisi e dei rimedi che la legge prevede.